Vie del Sale

Antichi tratturi che collegavano il centro di Corsano (LE) alla costa, oggi valorizzati a fini turistici.

Prima della realizzazione della strada litoranea (1958), i tratturi delle Vie del Sale rappresentavano l’unica via di accesso ai fondi situati lungo la fascia costiera che, partendo da quota 120m s.l.m. scendevano rapidamente verso mare. Si trattava di fasce della larghezza di circa 17mt, affidate ai contadini intorno al 1700 per la coltivazione di ulivi e viti. Gli stessi contadini organizzavano i lotti in terrazzamenti, sfruttando le pietre trovate nel terreno, che ne ostacolavano la coltura, per la realizzazione dei muri di confine, di contenimento dei terrazzamenti e la costruzione delle Pajare, elementari costruzioni utilizzate come riparo. I diversi terrazzamenti erano collegati tra loro da scalette in pietra che si accostavano ai muretti di delimitazione degli stessi. Le colture, esposte al vento e alla salsedine, venivano protette mediante muretti in pietra a secco, dei frangivento, alti e a sezione ridotta, con un solo filare di pietre che smorzavano la forza del vento che risaliva dal mare e trattenendone la salsedine che bruciava gli alberi e li costringeva a ripiegarsi verso terra.

A seguito dell’istituzione del catasto conciario del 1740, furono realizzati nuovi tratturi, trasversali, pedonali che portavano verso mare, sempre delimitati da muretti a secco dell’altezza media di 1 metro circa. Partendo da nord, abbiamo i tratturi Monterone, Scalapreola e Scalamunte. Tali tratturi erano utilizzati per risalire dalla costa, dove, fin da epoche antiche, i Corsanesi erano dediti alla produzione del sale.

Articles

Find More  

Pasquetta sulle Vie del sale

C’è chi trascorre il lunedì di Pasquetta a pranzare in campagna, chi preferisce stare a casa in tranquillità, e chi come noi ha deciso di darsi al trekking lungo “Le Vie del Sale” ed il “Sentiero del Ciolo“. La giornata promette bene, il sole splende e soffia una brezza leggera, che poi sul mare si trasformerà in un vento abbastanza …

Continue reading